Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.libellula2001.it/home/wp-settings.php on line 520 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.libellula2001.it/home/wp-settings.php on line 535 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.libellula2001.it/home/wp-settings.php on line 542 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.libellula2001.it/home/wp-settings.php on line 578 Deprecated: Function set_magic_quotes_runtime() is deprecated in /web/htdocs/www.libellula2001.it/home/wp-settings.php on line 18 Libellula2001 » Breve storia del transessualismo
Associazione di Volontariato
Sostieni
L' Associazione di Volontariato Libellula
con il tuo 5x1000
c.f. 97289620581

Il termine transessualismo fu coniato nel 1949 da D.O.Caudwell in un’ articolo medico, ma fu Henry Bengiamin a renderlo popolare nel 1953, davanti all’accademia di New York, delineandone per la prima volta in maniera chiara gli aspetti clinici e le caratteristiche fondamentali. Pioniere e martire fu nel 1940 Lily Elbe (formalmente Heinar Wegener) pittore danese che si sottopose per primo ad un operazione chirurgica per il cambiamento di sesso MtF. Ma fu Cristine (alias George) Jorgesen nel 1948, che ricevette per prima un trattamento ormonale e una vaginoplastica con relativo successo, portò una presa di coscenza nel mondo transessuale!

Tra gli anni ‘50 e gli anni ‘60 crebbe di molto la richiesta di interventi, sia da parte di uomini che donne, per il cambio di sesso con conseguente interessamento da parte della medicina. Alla fine degli anni ‘60 nacque “L’ Herry Benjamin International Geneder Dysphoria Association” gruppo di studio composto principalmente da medici e psicologi che stabilì degli standard di cura per l’approccio alla disforia di genere pubblicato soltanto nel 1979 dopo varie riedizioni. Con la fine degli anni ‘80 arrivarono le Gender Comunity, organizzazioni per la difesa dei diritti dei transessuali, veri e propri gruppi di auto-auito. Con l’arrivo degli anni ‘90 il contributo dei media ha favorito una conoscenza più o meno approfondita della realtà transessuale senza contare poi i progressi della medicina sempre più all’avanguardia in questo campo. Oggi il transessualismo è riconosciuto dal D.S.M. IV 1994 (manuale diagnostico e statistico dei disordini mentali) come “disturbo dell’identità di genere” è considerato come la convinzione precoce, permanente e inreversibile da parte di un’individuo del tutto normale dal punto di vista cromosomico, ormonale e somatico, di appartene al sesso opposto rispetto a quello anatomicamente posseduto. Ne consegue un vissuto di sofferenze e frustrazioni, unite ad un senso di aneguatezza relativo al propio sesso anatomico e al desideri leggittimo di adeguare la propia identità psichica a quella anatomica ricorrendo a trattamenti ormonali e interventi chirurgici. Ne consegue una problematica complessa in cui si intrecciano fattori di ordine sociale, psicologico, legale e sanitario che coinvolgono non solo il soggetto portatore di disagio ma la società intera. Transessualismo e travestitismo spesso vengono confusi ed assimilati all’interno di una stessa definizione, in realtà quest’ultimo è legato maggiormente al “ruolo di genere”, piuttosto che all’identità. Per tavestitismo si intende l’uso di abbigliamento appertenente al sesso opposto a scopo di eccitazione sessuale infatti non rifiuta il sesso di appartenenza biologica.

2011 © Libellula 2001
Dichiarazione ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62 "Questo sito non èun prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare, essendo gli aggiornamenti effettuati senza scadenze predeterminate o regolari e consistenti in sole migliorie e approfondimenti a quanto già pubblicato senza rinnovare completamente i contenuti precedenti.
Webmaster